drammaturgo, regista e attore teatrale​

 

 

Daniele ha scritto e interpretato diverse opere teatrali, tra cui Teneramente Tattico, Profondo dispari, Oreste da Euripide, Caccia ‘l drago ispirato a J.R.R. Tolkien, vincitore nel 2005 del premio Le voci dell’anima; Gli uccisori del chiaro di luna da Marinetti e Majakovskij; Ecce robot!, ispirato a Go Nagai e pubblicato da Minimum Fax; Sì l’ammore no, scritto e diretto con Elvira Frosini e finalista al Premio Tuttoteatro.com Dante Cappelletti; Aldo morto, vincitore del Premio Rete Critica 2012, segnalato per il Premio In-box 2012, finalista ai Premi Ubu 2012 come migliore novità italiana, e Zombitudine. Due suoi testi, Dux in scatola, finalista dei premi Scenario e Vertigine, pubblicato da Coniglio nel 2006 e sulla rivista Hystrio nel 2008, e Risorgimento pop, scritto e diretto con Marco Andreoli, sono stati tradotti e presentati a Parigi per Face à face. Questi, insieme ad Aldo morto, compongono una trilogia edita da Titivillus nel 2012 con il titolo Storia Cadaverica d’Italia.Ha lavorato per RaiRadio3 nella trasmissione Rombi tuoni scoppi scrosci tonfi boati, realizzata per il centenario del Futurismo italiano ed è stato tra gli ideatori e organizzatori della rassegna romana indipendente Ubu Settete – fiera di alterità teatrali, sei edizioni dal 2003 al 2007. Per il progetto speciale Aldo morto 54, realizzato con il Teatro dell’Orologio di Roma in collaborazione con Kataklisma e Fondazione Romaeuropa, ha vinto il Premio Nico Garrone 2013.

Daniele Timpano